Quando si parla di PM10, sul banco degli imputati viene c spesso solo il traffico veicolare che poi viene punito attraverso limitazioni diverse stabilite singolarmente dai sindaci che sono competenti in materia per legge (blocco del traffico, targhe alterne, zone a traffico limitato, Area C a Milano, Fascia Verde a Roma, ecc). Ma siamo sicuri che sia proprio l da accusare visto che malgrado i provvedimenti più disparati l continua a essere inquinata? Purtroppo solo conoscendo a fondo l dell atmosferico e le principali fonti che contribuiscono alla sua formazione, è possibile programmare gli interventi adeguati spiega Giorgio Zampetti, direttore scientifico di Legambiente ad esempio uno studio pubblicato nel novembre scorso dal Centro di ricerca comune europeo Jrc (Joint Research Center) e dall mondiale della sanità (Oms) sostiene che se a livello generale oggi il contributo principale alle emissioni di PM2,5 e PM10 deriva dal traffico, il contributo delle singole fonti (industria, riscaldamento, agricoltura, fonte naturale o altre fonti antropiche non definite) può variare di molto a seconda dell geografica e del contesto in cui ci troviamo. Altro fattore non trascurabile è il particolato secondario di dimensioni inferiori rispetto al PM10.

Non un caso che nel periodo del rallentamento del Napoli, protagonista di una stagione straordinaria, la Juventus abbia cambiato marcia. Pi che un pilota di Formula 1, Allegri uno skipper, le cui scelte necessitano di tempo per mostrare i propri frutti. Se da tre anni la primavera il periodo della raccolta, gran parte del merito del tecnico livornese..

Conseguenze. Potrebbero persino avere un ruolo nel determinare i tempi di una seconda gravidanza nella madre, o (per la loro abilit di sfuggire al sistema immunitario) influire sullo sviluppo di alcuni tipi di cancro. Ma si tratta di un campo ancora poco studiato: ulteriori studi serviranno a capire come e quanto queste cellule influenzano la salute materna..

Gi Group SpA, Agenzia per il Lavoro (Aut. Min. 26/11/04 Prot. Una voragine profonda 16 metri e larga quasi 5, quella che il 27 marzo 2013 ha inghiottito Yang Jiabin, una guardia giurata di 25 anni che stava lavorando nel Distretto Futian di Shenzhen. Mentre stava camminando per strada, con un ombrello, Jiabin stato risucchiato nel buco formatosi nell’asfalto sotto i suoi piedi: i primi passanti hanno tentato di prestare soccorso, ma non c’ stato nulla da fare. La scena stata anche ripresa da alcune telecamere di sicurezza che riprendevano la zona [Vedi video: attenzione impressionante e non adatto alla visione per persone sensibili]..